Shaolin Wuseng Houbeidui - Italy  |  Cultura Tradizionale Shaolin

Tel: 347 299 6435   

Email: contact@culturashaolin.it  |  contact@shaolinwuseng.com

 

     Start

     Shaolin Kung Fu WuShu

     Shaolin Chan

     Lezioni

     Maestri e Insegnanti (teachers)

     Immagini (image gallery)

     Calendario

     News

     Rassegna stampa (press book)

     Eventi e stage

     Progetti sponsor

     Download

     Attrezzature

     Links

     Facebook

     __________________________

     Informativa legale

 

  

SHAOLIN QIGONG

 

  Filosofia Shaolin Chan

  Shaolin Tradizionale oggi 

  Preparazione fisica tradizionale Shaolin

 

 

La pratica del Qigong è una parte importante della cultura Shaolin e ne riveste due aspetti, quello salutistico e quello marziale.

 

Comunemente il secondo è quello che suscita il maggiore interesse - pur essendo in realtà di minore importanza - in particolar modo in relazione allo sviluppo di una particolare resistenza a colpi, spesso dimostrata con tecniche di rottura utilizzando varie parti del corpo.

 

Le vere tecniche di rottura o di resistenza fisica nel contesto delle discipline del Tempio Shaolin richiedono un notevole impegno, poichè queste abilità vanno raggiunte grazie ad una grande salute - quindi anche alla pratica degli aspetti salutistici del Qigong - e non a discapito della stessa. Per ottenere tali risultati sono necessari lunghi periodi di allenamento specifico e molto graduale, che unisce alle metodiche 'interne' (Qigong) allenamenti 'esterni' (condizionamento muscolare e osseo) e particolari tecniche di concentrazione e focalizzazione.

 

Nel suo aspetto marziale il Qigong - con una pratica continuativa - consente di focalizzare tutta la propria energia e concentrazione in una singola azione o parte del corpo, mentre il condizionamento - sempre attraverso una pratica graduale e continuativa - consente di assuefare il corpo ad un dato tipo di impatto, rafforzandolo ed "insegnandogli" a proteggersi dal trauma che normalmente subirebbe.

 

Il connubio di queste metodiche consente, nel tempo e con il giusto metodo, di sviluppare notevoli caratteristiche di resistenza ai colpi senza danni alla propria salute. Tale pratica va eseguita con cautela, gradualità e regolarità; per raggiungere buoni risultati salvaguardando la salute sono necessari mesi o anche anni di costanza (dipende dalla parte del corpo interessata e dai risultati che si vogliono raggiungere).

 

La pratica delle discipline Shaolin dovrebbe sempre contenere elementi di Qigong e condizionamento che consentano una preparazione di base completa unita ad una massimizzazione dei benefici salutistici; la pratica delle tecniche di rottura è però solitamente - anche fra i monaci - facoltativa e diventa la specializzazione di alcuni, non di tutti.

 

L'aspetto più importante del Qigong, seppur meno "scenografico", è invece quello salutistico, sia come complemento all'allenamento marziale Shaolin sia come pratica a se stante con molteplici benefici.

 

Questa tipologia di esercizi di Shaolin Qigong si suddivide solitamente in tre gruppi principali; Baduanjin, Yijinjing, Xisuijing.

 

Shaolin Ba Duan Jin (少林八段锦, traducibile in 'otto pezzi di broccato di Shaolin')

 

Obiettivi degli esercizi:

 

* risveglio muscolare ed articolare

* riallineamento muscolo-scheletrico

* riallineamento organi interni

* coadiuvazione di un sano flusso del Qi secondo la medicina tradizionale cinese (ossigenazione del corpo).

 

Gli 8 esercizi che compongono lo Shaolin Baduanjin possono variare leggermente ma a grandi linee sono:

 

双手托天理三焦 - le due mani che sorreggono il cielo per allineare i tre fuochi interni

左右拉弓如射雕 - estendere l'arco a sinistra e a destra mirando ad un'aquila d'orata

调理脾胃须单举 - regolare gli organi interni sollevando un solo braccio

五劳七伤向后瞧 - regolare gli organi interni e il sistema nervoso guardando indietro

摇头摆尾去心火 - scuotere la testa e la coda per espellere bruciori interni

双手盘膝固肾腰 - con le mani sulle ginocchia raddrizziamo la schiena e regoliamo i reni

攥拳怒目增气力 - stringendo i pugni scrutiamo profondamente per aumentare l'energia

背后起点诸病消 - sollevare i talloni e scuotere via i malesseri.

 

Gli esercizi che compongono lo Shaolin Baduanjin dovrebbero sempre essere eseguiti con respirazione naturale e profonda, postura morbida e rilassata, e con "mente quieta", altrimenti i benefici saranno limitati.

 

Shaolin Yi Jin Jing (少林易筋經, traducibile in 'esercizio classico per i muscoli ed i tendini')

 

Obiettivi degli esercizi:

 

* correzione della postura ed allineamento posturale

* torsioni e movimenti per sciogliere e rafforzare le inserzioni muscolari ed i tendini

* torsioni e movimenti per allineare e stimolare gli organi interni

* rafforzamento della schiena e delle articolazioni

* rilassamento della mente e dello 'spirito'

* coadiuvazione di un sano flusso del Qi secondo la medicina tradizionale cinese (ossigenazione del corpo).

 

Gli esercizi che compongono lo Shaolin Yijinjing possono variare in numero da 10 a 20 o più e sono un'estensione del Baduanjin, che in realtà non è altro che una sequenza semplificata tratta dall'Yijinjing: le considerazioni riguardo a respirazione, postura e stato mentale sono le stesse per entrambi.

 

Inoltre l'Yijinjing si sovrappone parzialmente anche al Xisuijing che vedremo in seguito, con il quale condivide alcune similitudini; di conseguenza l'Yijinjing è considerato la sequenza fondamentale del Qigong nel contesto della cultura Shaolin.

 

Shaolin Xi Sui Jing (少林洗髓经, traducibile in 'esercizio per la pulizia del midollo')

 

Obiettivi degli esercizi:

 

* focalizzazione sul Qi

* stimolazione alveoli polmonari

* incremento ossigenazione sanguigna

* incremento ossigenazione organi interni e disinfiammazione

* rilassamento della mente e dello 'spirito'.

 

Gli esercizi che compongono lo Shaolin Xisuijing sono di diversa natura rispetto ai precedenti, con posture molto più statiche (spesso semplicemente seduti nella posizione del loto) ed un lavoro meno fisico e principalmente 'interno' e mentale, quasi un incontro fra la meditazione Chan e gli esercizi di Qigong.

 

In generale tutti gli esercizi che compongono il Qigong di Shaolin sono molto naturali ed hanno obiettivi e benefici piuttosto "pragmatici" ed in gran parte facilmente comprensibili e dimostrabili anche scientificamente.

 

Una importante nota generale merita la respirazione, che va eseguita in modo profondo e coordinato con i movimenti, ma mai con eccessi o forzature: sempre molto naturale, rilassata e mantenendo "mente quieta".

 

La leggenda vuole che questi esercizi risalgano direttamente a Bodhidharma, ma in realtà non esiste documentazione storica a riguardo. Le prime documentazioni storiche sopravvissute fino ad oggi risalgono al 900 circa, quindi 400 anni dopo Bodhidharma; ciò non vuol dire che non siano stati sviluppati ancor prima, ma non è possibile stabilire esattamente quando siano stati creati e da chi, poichè documentazioni specifiche risalenti al periodo fra 1200-1600 anni fa sono purtroppo oggi inesistenti.

 

Bodhidharma e le discipline indiane che portò in Cina ne sono però sicuramente parte dell'origine, fuse poi nei secoli con simili pratiche cinesi che gia si erano sviluppate. Spesso tutto ciò crea un alone di mistero e "magia" intorno a queste pratiche, solitamente purtroppo alimentato per scopi commerciali, ma in realtà la magia sta proprio nella semplicità ed al contempo complessità di questa saggezza millenaria, che attraverso movimenti idonei a tutti e di facile memorizzazione ed esecuzione può - con una pratica corretta ed assidua - donare grandi benefici nei confronti di tutta una serie di problematiche e patologie, o ancor meglio prevenirle.

 

La pratica del Qigong del Tempio Shaolin richiede però lungo tempo per essere apprezzata. Si suol dire che nel primo anno di pratica assidua si sviluppa una vitalità generale, nel secondo anno si migliora anche il flusso sanguigno e l'ossigenazione, nel terzo anno i muscoli e tendini diventano sciolti e gli organi interrni perfettamente allineati, nel quarto anno anche il funzionamento stesso degli organi è migliorato, e solo dal quinto anno di pratica assidua l'intero corpo sarà stato rinforzato e "purificato" fino al midollo.